Lumezzane, scritte sui muri contro il presidente Croce Bianca

0

La scorsa settimana, sui muri vicino alla sede della Croce Bianca di Lumezzane, è comparsa una scritta che attacca il presidente dell’associazione. Ne dà notizia il Bresciaoggi. Già un anno fa, era comparsa una prima scritta contro il presidente Valeriano Gobbi. Allora si era pensato che fosse stata una bravata, ma oggi, anche per una serie di coincidenze, l’idea è cambiata. Infatti, dopo dodici mesi la scritta è stata cancellata la scorsa settimana. Poi, però, venerdì è ricomparsa su un altro muro. I volontari, che definiscono il responsabile “una persona codarda” e che “vuole il male dell’associazione”, ipotizzano possa trattarsi di qualcuno all’interno.

Oltre agli insulti verso Gobbi, da un po’ di tempo girano delle maldicenze che rischiano di rovinare l’immagine del gruppo. Infatti, “c’è chi dice che il presidente avrebbe sottratto del denaro dai bilanci della Croce Bianca” – spiegano i volontari – “ma si tratta di una garanzia che a titolo personale aveva posto sei anni fa per un mutuo con cui realizzare il centro di formazione. Negli ultimi mesi non era più necessario e aveva riscattato la somma. Altro che furto”. Ai carabinieri sarà presentata una denuncia contro ignoti.

Inoltre, nelle prossime settimane, i volontari dell’associazione dovranno votare per decidere il nuovo direttivo. Dopo che nelle prime due tornate non è stato raggiunto il numero legale, l’assemblea ha chiesto all’attuale direttivo di ricandidarsi.