Marcheno, 106 anni per “Cumilì”, il decano delle penne nere

0

In tani, a Marcheno, hanno festeggiato Giacomo Vivenzi, detto “Cumilì”, il decano delle penne nere bresciane che ha compiuto 106 anni. Ne dà notizia il Bresciaoggi. Alpino del Vestone, quello di Rigoni Stern, Giacomo ha accolto tutti con il sorriso e ancora oggi racconta ai giovani le sue storie di guerra e di vita.

Tornato a casa dopo la leva nel 34′, nonostante avesse già tre fratelli al fronte (circostanza questa che gli dava diritto al congedo illimitato), venne però richiamato e mandato al Brennero, dove l’8 settembre del ’43 i tedeschi presero tutti. Prima di ripartire si sposò con Virginia, dalla quale ebbe due figlie, Albertina e Dorina. Ora, è nonno di sei nipoti e bisnonno di sette pronipoti.