Concesio, concussione: la segretaria comunale si difende

0

Si sta svolgendo il processo che vede la segretaria del Comune di Concesio, Caino, Lodrino e Castegnato, accusata di concussione. La difesa si è così espressa: nessuna tangente, ma il pagamento forfettizzato dei diritti di segreteria. Ne dà notizia il Giornale di Brescia. Stando al procuratore Ambrogio Cassiani, la donna si faceva consegnare del denaro da due imprenditori in difficoltà per evitare di levare le cambiali che questi avevano firmato. In tutto sarebbero una ventina di episodi, di importi tra i 100 e i 2.500 euro. La segretaria, così, avrebbe evitato ai due imprenditori di finire sul bollettino dei protesti, circostanza che non avrebbe più permesso loro di ottenere credito da banche e clienti.

La donna, che fu arrestata in flagrante prima di incassare l’ultima mancia, finì per qualche giorno in custodia cautelare in carcere e fu sospesa dagli incarichi per sei mesi. In sua difesa, la segretaria ha spiegato al giudice che le somme ricevute, tropo basse per essere il prezzo del favore ai due imprenditori, sono da imputare a spese di segreteria. Il processo abbreviato è stato aggiornato al prossimo 27 marzo, quando, probabilmente, il giudice si pronuncerà.