Nave, “No” alla centrale turbogas: già raccolte 10mila firme

0

E’ nato ufficialmente il “Comitato per la Valle del Garza”, che proseguirà l’opposizione al progetto per la costruzione della centrale turbogas a Nave. La battaglia vede al centro anche due linee di trattamento dei rifiuti da acciaieria che l’azienda Duferco vorrebbe realizzare negli edifici dell’ex Stefana. Il Comitato ha già raccolto 10mila firme per il “no” al progetto e “al rischio di un incremento dell’inquinamento e del traffico in un paese che ha già sofferto”. L’obiettivo è quello di creare un’associazione che possa dare delle risposte ai problemi che si presenteranno sul territorio. Ne dà notizia Bresciaoggi.

Per questo, il Comitato cerca aiuto e persone che si vogliano mettere a disposizione, ma anche figure con competenze specifiche: tecnici, avvocati, esperti in materia ambientale e professionisti della comunicazione. Ora, l’intenzione è quella di registrare l’atto costitutivo e acquisire un codice fiscale che gli permetterà di agire con un riconoscimento legale di organizzazione di volontariato. Nel frattempo, la commissione paesaggistica ha espresso nuovamente un parere negativo sul progetto centrale (di questo è stata informata anche la Soprintendenza di Brescia).

Venerdì 15 marzo, in Provincia, è fissato un incontro tra amministratori locali, di Nave e zone limitrofe, per fare il punto sulla situazione in vista della conferenza dei servizi che si terrà a Roma, nella sede del Ministero dell’Ambiente. In questa occasione, verranno condivise contrarietà, perplessità o richieste migliorie da parte degli enti competenti (Regione, Provincia, enti locali e ministeri).

Lascia un commento