Parco Villa Glisenti: rete di protezione contro i cinghiali

0

L’amministrazione di Villa Carcina ha fatto installare una rete di protezione per impedire ai cinghiali di scendere dal monte Palosso ed entrare nel parco di Villa Glisenti. Infatti, numerosi sono stati gli episodi in cui gli animali scorrazzavano nel parco durante la notte, provocando molti danni. Ora, con la recinzione di tipo ecologico e poco impattante, tutto questo non dovrebbe più succedere.

I danni provocati dai cinghiali, che sono di proprietà dello Stato, negli ultimi cinque anni sono costati dagli 8 ai 10 mila euro alle casse comunali. Il sindaco Gianmaria Giraudini, sul Bresciaoggi, spiega però che tali danni dovrebbero essere a carico dai proprietari, quindi non dal Comune. Il tutto è stato segnalato alle istituzioni, ma inutilmente. Per questo, è stata installata una rete metallica con pali di castagno verticali, 500 metri di barriera posizionata sopra il muretto di pietra costruito tre anni fa per prevenire il dissesto idrogeologico. L’intervento, supervisionato dalla Soprintendenza di Brescia, è costato 21.500 euro, ma eviterà altre spese per sistemare i danni provocati dai cinghiali.