Villa Carcina, sale il fuori cassonetto: fototrappole e meno cestini

0

A Villa Carcina, la raccolta differenziata continua a salire stabilmente, ma al contempo aumentano anche gli abbandoni dei rifiuti fuori dai cassonetti. Così, il Comune, verso la fine dell’anno, ha deciso di diminuire le bocche dei cestini lungo la vie (circa 30 in meno) in quanto molti cittadini li usavano per gettare i propri rifiuti. Inoltre, l’amministrazione ha fatto installare delle fototrappole nei punti più sensibili del territorio (attivi anche di notte e mobili, quindi spostabili a piacimento). Nel 2018 la raccolta differenziata è arrivata al 75,92% – spiega l’assessore all’Ambiente Anna Rizzinelli al Giornale di Brescia.

Alcuni cittadini – aggiunge l’assessore – devono capire che i rifiuti indifferenziati comportano dei costi molto elevati dato che non possono essere reimmessi in un circolo virtuoso. Questo porta ad un aumento delle tariffe. C’è anche da dire – conclude l’assessore – che l’aumento dell’indifferenziato è stato dovuto all’alluvione della scorsa estate che ha costretto molti cittadini a buttare oggetti conservati nelle loro cantine allagate e invase dal fango. L’obbiettivo è quello di arrivare alla tariffa puntuale, prendendo come esempio Gardone.