Sarezzo, lutto nel mondo del ciclismo bresciano: morto Otelli

0

La scorsa notte si è spento Giancarlo Otelli, titolare dell’azienda Aspiratori Otelli di Sarezzo, personalità di spicco nel mondo del ciclismo bresciano. Leader dell’omonimo gruppo sportivo, per 40 anni ha fatto parte del settore del ciclismo giovanile. Otelli è morto improvvisamente a 66 anni. Un malore lo ha stroncato davanti al computer, mentre stava progettando la nuova stagione.

Fondata la sua azienda nel 1974 e dopo l’attività dilettantistica sulle due ruote che non gli riservò grandi soddisfazioni, decise di rimanere nell’ambito, sponsorizzando una squadra di amatori che riuscì a portare a vincere il campionato del mondo con Taietti. Poi nel 1988 iniziò con la squadra degli esordienti, fino poi alla categoria Juniores. Da allora, il suo è il vivaio di giovani ciclisti più importante nel bresciano.

Tanti i ciclisti passati dalla sua squadra, i quali lo ricordano come un padre. L’ultima gioia sportiva gliela aveva riservata Michele Gazzoli, vincendo il campionato europeo su strada e quello su pista. Personalità schietta, generosa ed umile, Giancarlo Otelli lascia la figlia Laura e i figli Mauro e Marco.

Lascia un commento