Gargnano, mettono a segno truffe: fermate e denunciate due rom

0

Nel pomeriggio di mercoledì 8 agosto, a Gargnano, due donne rom, con l’intento di mettere a segno truffe e furti, sono state fermate dalle forze dell’ordine. Entrambe con cittadinanza italiana e residenti in un campo a Monza, avevano alle spalle già altre denunce per gli stessi reati. La 39enne e la 25enne mettevano in atto sempre lo stesso piano: si presentavano porta a porta, proponendo la vendita di stracci e oggetti per la casa, e se riuscivano a farsi invitare in casa una intratteneva la vittima, mentre l’altra rovistava tre stanze e cassetti in cerca di oggetti da depredare.

Dopo diverse segnalazioni arrivate, il sindaco Giovanni Albini aveva deciso di potenziare i controlli. La situazione si è sbloccata quando una donna si è messa ad urlare dopo aver assistito al tentativo di truffa. Avvisato il Comune, sono poi intervenuti gli agenti della Polizia Locale e i carabinieri di Limone che hanno fermato le due rom nel centro del paese. Arrivate da Monza a bordo di un camper, che avevano parcheggiato a Gardone Riviera, si erano poi mosse verso Gargnano. Per loro è scattata una denuncia. Rimesse in libertà, non potranno più tornare nel paese gardesano.

 

Lascia un commento