Sondrio, sicurezza diventa un premio in Confartigianato

0

Si è conclusa con successo la sesta edizione del progetto “La sicurezza diventa un premio”, promossa da Anmil Sondrio e dalla Confartigianato locale. Durante la cerimonia finale di ieri sono stati presentati e premiati gli elaborati degli studenti e delle scuole superiori della provincia che hanno preso parte
al concorso. Una sala gremita per “Sicuri in azienda” (Per il lavoro di domani: la sicurezza diventa un premio) grazie alla collaborazione tra la sezione sondriese dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro e la Confartigianato insieme alla Provincia.

Sondrio-sicurezza

Anche l’edizione di quest’anno ha potuto contare sul sostegno e sul contributo di diverse istituzioni ed enti locali fra cui la Fondazione ProValtellina, il B.I.M., le Comunità montane, il Credito Valtellinese, il Comune di Grosio e Marmi Valmalenco srl. Hanno operato tra 276 ore di formazione per 1.100 ragazzi formati per il corso generale e 1.300 per il corso specifico e dieci le scuole aderenti al progetto e un pool di partner privati tra Global System di Mauro Maranga, Free Work Servizi e Parmiani Noleggi. Al tavolo a presiedere i lavori c’erano il presidente di Anmil Sondrio Emilio Giacomelli, quello regionale Firmino Di Barbora, il presidente della Confartigianato di Sondrio Gionni Gritti, la vice di Pro Valtellina Anna Pola, Domenico Longobardi a rappresentare l’ufficio scolastico provinciale e Mauro Maranga della Global System.

Sondrio-confartigianato1

Hanno partecipato anche diversi artigiani tra incontri formativi nelle scuole e testimonianze. Sono Enrico Faini, Stefano Ramponi, Fulvio Sosio, Elena Fay e William Pedroni. Così come le testimonianze dei soci di Anmil Riccardo Moreschi, Massimo Ganassi, Andrea De Sanctis ed Enzo Caligari. Durante la cerimonia sono stati premiati gli elaborati delle scuole vincitrici. Primi classificati pari merito sono risultati questi istituti: ‘Pinchetti’ di Tirano, ‘Caurga’ di Chiavenna e ‘Nervi’ artistico di Morbegno – Sezione G. Secondi classificati a pari merito: ‘Mattei’ di Sondrio, ‘Da Vinci’ di Chiavenna e ‘Nervi’ artistico di Morbegno – Sezione F. Terzi classificati a pari merito il ‘Besta’ di Sondrio, ‘Piazzi-Perpenti’ di Sondrio e ‘Alberti’ di Bormio.

Sondrio-sicurezza1

La cerimonia segue un altro momento che si era svolto l’8 maggio. Una rappresentanza degli studenti vincitori ha partecipato alla gita organizzata come premio del concorso. Due pullman di ragazzi provenienti dai diversi istituti della valle sono stati accompagnati a visitare la Cava di Sabbionaccio dove si estrae il dorato della Valmalenco e qui il geologo Sergio Guerra ha illustrato ai presenti i lavori di foratura e spacco di un blocco con metodo manuale, punta e mazza e la perforazione di un blocco con inserimento della miccia detonante e borraggio del foro con volata. Poi la definizione della coltivazione della cava e del taglio a filo diamantato. I ragazzi hanno ascoltato il professionista che ha saputo coinvolgerli in questa inusuale esperienza in cava.

Nel pomeriggio si è proseguita la giornata con la visita di circa due ore alla miniera della Bagnada e al museo minerario. Un’emozione per i visitatori che scoprono così da dentro un’altra faccia della montagna. All’interno un percorso fatto di tipologie diverse di gallerie, ognuna scavata secondo un ben preciso utilizzo.