Botticino, un nuovo impianto radio digitale per Protezione Civile

0

La Protezione Civile di Botticino in questi giorni si è dotata di un nuovo impianto, composto da 5 radio portatili analogico/digitali complete di tastiera estesa, display a colori e GPS interno, una stazione ripetitrice Motorola SLR 5500 con antenna, un sistema di soft-ware centrale di gestione con cartografia e il relativo impianto hard-ware, un portatile collegato con l’impianto fisso, il tutto compatibile anche con apparati analogici, a servizio delle attività di protezione civile del territorio botticinese.

L’investimento di circa 21.000 euro è stato possibile grazie ad un bando emesso dalla Fondazione della Comunità Bresciana a cui il Comune di Botticino ha aderito, presentando un progetto per l’implementazione e l’installazione di questo nuovo sistema radio integrato. La Fondazione della Comunità Bresciana ha accolto la richiesta e versato la metà dell’importo necessario, per l’altro 50% è stato il Comune di Botticino a investire in questa dotazione tecnologicamente avanzata.

“Il territorio di Botticino è molto esteso e in particolare le frazioni di Botticino Sera e di San Gallo che si estendono sulle pendici del Monte Maddalena e Fratta presentano numerose problematicità dal punto di vista orografico” afferma l’Assessore alla Pubblica Sicurezza Elena Maccaferri “In particolare nella frazione di San Gallo e in località Aive la ricezione telefonica è assente e le comunicazioni in caso di emergenza risultavano compromesse, questo nuovo impianto permette di superare questi limiti e di essere operativi e connessi su tutto il territorio.”

Le caratteristiche innovative di questo nuovo impianto permettono un’ottima copertura radio, con ricezioni nitide e senza interferenze, è possibile localizzare con precisione la dislocazione di tutti i volontari, registrare le trasmissioni, inviare messaggi e l’impianto può essere ampliato collegandolo alle reti GSM dei cellulari.

“Come gruppo comunale di Protezione Civile siamo uno dei primi a dotarsi di una tecnologia così avanzata” dichiara Nicola Busi – Coordinatore di Protezione Civile di Botticino “abbiamo a disposizione tutti i mappati del paese e della zona, la copertura radio è ottima su tutto il territorio di competenza e questo ci permette quando siamo fuori per degli interventi, ad esempio nel caso della ricerca di dispersi, di essere sempre in grado di geolocalizzare tutti i volontari e quindi di intervenire in modo più preciso e veloce in caso di necessità e di coordinare le ricerche con carabinieri e vigili del fuoco.”

Il Gruppo Volontari di Protezione Civile di Botticino, attivo dal 2006 e con 23 volontari iscritti, ha già testato internamente il nuovo impianto con esiti molto positivi e nei prossimi mesi ha programmato delle esercitazioni sul territorio.