Nei giorni precedenti a martedì 8 maggio, a Sirmione, i carabinieri della stazione locale sono intervenuti per bloccare un truffatore e due ladre. Il primo episodio è avvenuto venerdì 4 maggio, quando un 29enne, residente a Milano ma originario della Sicilia e con precedenti alle spalle, si è presentato ad una signora anziana come un addetto al controllo del gas. Dopo aver convinto l’80enne signora a farsi aprire, ha diffuso con uno stratagemma un gas maleodorante. Poi ha invitato l’anziana a radunare i gioielli.

Infine, chiedendole di uscire per ragioni di sicurezza, ne ha approfittato per rubare il bottino e fuggire. La signora si è accorta di tutto solamente quando è rientrata in casa e non ha trovato più il finto addetto. Allertati i vicini di casa, sono stati chiamati i carabinieri, i quali hanno raccolto i precisi e importanti dettagli forniti dalla vittima. Visionando le immagini delle telecamere comunali, gli agenti sono risaliti al colpevole, finito in manette.

Il secondo caso, invece, ha interessato due rumene senza fissa dimora di 25 e 27 anni, che sarebbero già entrate in azione a Verona. Entrambe, con l’aiuto di una connazionale 36enne – anche lei denunciata e che ha dato loro un’auto – con la scusa di chiedere informazioni hanno rubato il braccialetto ad una turista. Le due donne sono state fermate dai carabinieri.