Lumezzane, alla ricerca di una nuova ricetta per la fongada

0

La fongada, tipica focaccia dolce di Lumezzane, diventa la protagonista di un esperimento sociale pensato da una studentessa dell’Università Cattolica di Brescia. Si tratta della 22enne Gaia Polotti, residente a Piatucco. Il suo progetto si propone di trovare la miglior ricetta che racchiuda tradizione e innovazione. Per questo si è rivolta a tutte le persone che a Lumezzane sono cresciute con la fongada, preparata, come da tradizione, ogni anno per la ricorrenza di San Bernardo.

L’iniziativa, che nasce per il corso Teoria e tecniche del giornalismo radiotelevisivo e multimediale, si pone per prima cosa l’obbiettivo di trovare la ricetta più originale, in seconda battuta rintracciare un fornaio locale disposto a produrla, per poi metterla in vendita e vedere se riscuote successo. Il tutto sarà raccontato in un video reportage di tre minuti.

La ricerca della ricetta è già partita anche attraverso l’utilizzo dei social, ma la studentessa – come racconta al Giornale di Brescia – non l’ha ancora trovata. Certi, infatti, le hanno risposto che la fongada è un prodotto della tradizione e quindi non va modificata. Nel frattempo, il progetto continua, anche con la collaborazione di alcune esperte che durante la festa di San Bernardo partecipano sempre al concorso “La piò buna fongada de Han Bernar”.

Lascia un commento