Lonato, al Trap Concaverde si presenta il libro su Jessica Rossi

0

Domenica 8 aprile, alle 17.30, terminato il gran premio FITAV che porterà a Lonato i più forti tiratori della scena nazionale, presso il Trap Concaverde sarà presentato il libro “Polvere rosa – la favola emiliana di un oro olimpico” (Minerva editore). Interverranno l’autrice Mirella Valentini e la protagonista, Jessica Rossi, campionessa del mondo in carica di fossa olimpica e oro alle Olimpiadi di Londra 2012. L’incontro ha il patrocinio del Comune di Lonato del Garda – Assessorato alla Cultura – e il progetto letterario è stato sostenuto dall’azienda Fiocchi Munizioni.

Mirella Valentini, adolescente nella Bologna degli anni Ottanta, è laurata al Dams. A Milano lavora nel campo della pubblicità ed è copywriter presso un’importante agenzia di comunicazione internazionale.

«Non ho inventato io Jessica Rossi, la ragazza che spara col fucile da tiro da quando ha otto anni, a venti ha riscritto il record del mondo e vinto le Olimpiadi di Londra. Jessica esiste ed è emiliana – spiega l’autrice – Durante l’estate 2012 mi è bastato imbattermi per caso nel suo volto limpido da non-velina e in quel gesto atletico micidiale per vedere l’invisibile. “Polvere Rosa” è un ibrido: storia vera di una bimba cresciuta nella Pianura Padana degli anni Novanta e racconto fantastico che mette sulla sua strada un essere straordinario, uno sciamano e un animale che sa molto. Jessica ha sposato l’idea e, nel tempo, mi ha mostrato luci e ombre della sua vita, lasciando che le intrecciassi con la visione che lei stessa mi aveva ispirato. Ho intervistato i suoi affetti, i tecnici, gli amici e chiesto a Sonia Maria Luce Possentini, illustratrice premio Andersen 2017, emiliana come Jessica e me, di unirsi a noi».

Jessica Rossi (Renazzo, FE, 1992), complice il papà Ivan, a otto anni imbraccia un fucile da tiro che diventa per lei la cosa più bella. A diciassette anni ha già calpestato le pedane più importanti del mondo, lasciato la scuola, vinto titoli da fuoriclasse, conosciuto il tiratore che diventerà suo marito. A diciotto entra nel Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro. Nel 2012 a Londra, vince l’Oro e batte tutti i record, un successo senza eguali che dedica alla sua terra martoriata dal terremoto e alla famiglia che la festeggia dai container.