Da Pisogne a Sulzano oltre venti siti di rifiuti abusivi

0

Dopo alcuni controlli, le Guardie Ecologiche Volontarie hanno lanciano l’allarme per quanto riguarda il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti nel territorio del Sebino e lago d’Iseo. Ne dà notizia Bresciaoggi. Da Pisogne a Marone, fino ad arrivare a Sulzano, gli addetti hanno scoperto più di venti siti di smaltimento abusivo. L’entroterra e la riviera del lago hanno mostrato un lato oscuro, caratterizzato da macerie edilizie, mobili, vetro, vernici, lattine e altra spazzatura.

La zona colpita è l’enclave che da Pisogne arriva fino ad Iseo, inoltrandosi poi verso le aree montane. E pare che il fenomeno sia in continua crescita, cosi come ha sottolineato il coordinatore della Guardie Ecologiche Volontarie Giuseppe Nalli, il quale suggerisce un’azione sinergica del territorio, con controlli serrati e una campagna di sensibilizzazione. Nonostante ogni Comune abbia la propria area ecologica, rimangono in molti a preferire la soluzione abusiva, e la diffusione della raccolta differenziata non sembra aver aiutato.