Desenzano, furto al “Bep’s” a fine agosto 2016: quattro arresti

0

A un anno e mezzo di distanza, il Commissariato di Polizia di Desenzano ha arrestato gli autori del furto commesso al locale “Bep’s”, sul Garda, il 29 agosto del 2016. Durante quella notte alcuni malviventi, dopo aver infranto la porta d’ingresso, erano entrati e avevano cercato di forzare la cassaforte, ma senza riuscirci. Così avevano depredato diversi macchinari informatici e 300 euro dalla cassa. Le indagini condotte dalla Polizia hanno permesso di rintracciare in un negozio di elettronica a Brescia lo stesso materiale che era stato rubato e, insieme al titolare, si sono individuati i due soggetti che avevano ceduto le apparecchiature all’attività commerciale.

All’inizio si è voluto trovare il “basista” che aveva dato le informazioni su come era stato messo in campo il furto, visto che cassaforte e gli attrezzi erano in un luogo riservato e non accessibile al pubblico. Poi si sono accesi i riflettori su un ex dipendente del locale e che aveva precedenti per reati contro il patrimonio. L’attività investigativa, attraverso le intercettazioni telefoniche, perquisizioni, sequestri e servizi di osservazione e appostamento, ha permesso di avere tutti gli elementi per identificare gli autori del furto.

Riscontri si sono avuti anche con gli accertamenti tecnici della Polizia Scientifica confrontando le tracce trovate sul luogo quella notte e con i prelievi di saliva di uno dei sospettati. L’indagine ha consentito di fermare quattro italiani, tutti residenti in provincia di Brescia, per furto aggravato. I tre che erano entrati in azione lo avevano fatto con il volto coperto, con violenza sulle cose e in un locale che vende alimenti e bevande. I due che hanno poi ceduto le apparecchiature informatiche al negozio di Brescia sono indagati per ricettazione. Tutto il materiale rubato è stato recuperato e restituito al proprietario.