Brescia, rapina e inseguimento: arrestato 30enne di Flero

0

Martedì 20 febbraio, alla periferia di Brescia, le forze dell’ordine sono state impegnate in un inseguimento stradale, dopo che un malvivente aveva compiuto una rapina in via Vallecamonica. L’uomo di circa 30 anni e residente a Flero, entrato nella sala scommesse “Admiral”, ha minacciato con una pistola la cassiera, facendosi consegnare alcune migliaia di euro. Poi, ha preso in ostaggio un commesso ed è fuggito a bordo di un’auto, sembra rubata poche ore prima.

Partita la chiamata al 122 dalla sala scommesse i militari sono intervenuti, mentre il bandito è rimasto bloccato nel traffico. Sfruttando una sua distrazione, l’ostaggio è riuscito a scappare, mettendosi in salvo. Quindi, il bandito ha raggiunto la tangenziale Ovest. In seguito, passando per via Volturno, via Colombo e via dello Zoccolo è stato inseguito dai carabinieri e dalla Polizia. Durante l’inseguimento il bandito ha rischiato più volte di provocare feriti e incidenti, tanto che per farlo desistere i poliziotti hanno sparato tre colpi di pistola.

Infine, il 30enne si è schiantato contro un panettone nella zona Sant’Anna, ribaltando più volte in un campo. Portato a Civile di Brescia per le cure mediche, è stato poi arrestato. Addosso aveva la refurtiva, oltre a 850 euro, forse il bottino di un altro colpo compiuto ore prima in un supermercato di Flero. Infatti, all’ora di pranzo, si era verificata una rapina al “Md” di via Leonardo Da Vinci. Da chiarire se si tratti dello stesso criminale, che, tra l’altro, abita a poche centinaia di metri dal market. Accusato di rapina a mano armata e sequestro di persona, il bandito verrà quindi interrogato riguardo gli 850 euro che aveva nelle tasche.