Identificato cadavere nel torrente Fusia: è il 36enne scomparso

0

La mattina di lunedì 12 febbraio, presso l’obitorio dell’ospedale Civile di Brescia, si è svolto il riconoscimento del cadavere trovato nel torrente Fusia al parco dell’Oglio a Palazzolo. Si tratta di Abdelhakim Es Sadaqy, il 36enne marocchino scomparso a fine gennaio. Ospitato dal fratello, era diventato italiano da tre anni. Proprio il parente, non vedendolo rientrare a casa, aveva dato l’allarme alla fine di gennaio. Infine, il corpo senza vita era stato trovato sabato 10 febbraio.

Ora, si indaga per capire le cause della morte. L’ipotesi più probabile è che l’uomo, dopo aver raggiunto un rifugio di fortuna, abbia acceso un fuoco, rimanendo poi coinvolto dalle fiamme. Così, nonostante la temperatura gelida, avrebbe cercato di spegnerle gettandosi nel torrente. Altra pista è che sia stato qualcuno a dargli fuoco o l’abbia ucciso, forse per il suo passato.