Ponti ex Falck e A21, da demolire primo ed attesa per il secondo

0

Il cavalcavia dell’ex Falck a Vobarno verrà demolito, mentre una decisione deve ancora essere presa per quanto riguarda quello della sp 24 dell’autostrada A21 a Montirone, danneggiato dopo l’incidente mortale avvenuto i primi di gennaio. Intanto, come scrive il Giornale di Brescia, lunedì 22 gennaio, la relazione sulle perizie eseguite sul ponte arriverà alla prefettura. Il fatto è che nella parte centrale della struttura, l’incendio abbia toccato 1.500 gradi, mettendo a rischio la tenuta del calcestruzzo.

Ora, si dovrà decidere se passare alla demolizione o alla sostituzione con un altro impalcato. In questo secondo caso, si dovranno mettere dei rinforzi attraverso un sistema idrico e di travi. La demolizione, invece, richiederà re giorni, così come affermato dai vertici di Centropadane che, dal 15 febbraio cederanno la gestione dell’A21 a Gavio. Per la successiva ricostruzione, poi, serviranno sei mesi.

Destino già deciso per il ponte dell’ex Flack, danneggiato da un autotrasportatore che si è assunto la responsabilità, dicendo di non essersi accorto. Dopo il sopralluogo dei tecnici, vista la situazione, sono state messe transenne ed è stata chiusa la circolazione. La procedura prevederà la demolizione, dal costo di circa 40mila euro, poi una momentanea rotonda e infine, nel giro di tre mesi, la soluzione definitiva.