Operazione “All Inclusive” Guarda di Finanza: coinvolti anche bresciani

0

All’interno dell’inchiesta “All Inclusive”, condotta dalla Guardia di Finanza di Chiari, nella quale sono stati effettuati arresti e perquisizioni, ci sarebbero finiti in manette anche alcuni bresciani. Si parla di 176 società che, rivolgendosi ad uno studio di Milano per la consulenza tributaria, riuscivano ad evadere il fisco.

Con l’accusa di associazione a delinquere, oltre all’arresto di Graziano Gesti, figlio del fondatore dello studio milanese, e della sua fidanzata Elisabetta Dell’Onore, anche quello di Antonio Roveda, considerato il truffatore dello studio. Tra gli arrestati bresciani, invece, Bruno Alghisi e Luca Pedrali di Castelcovati e Salvatore Donsì di Coccaglio. Una delle aziende fasulle scoperte dalle forze dell’ordine, risultava avere la sede presso l’indirizzo della sala comandi della stazione ferroviaria di Rovato.