Incidente A21, verifiche sul ponte: possibile demolizione

0

Lunedì 8 gennaio, dopo il tragico incidente avvenuto sull’autostrada A21 nei primi giorni del 2018, si sta testando la viabilità e alcune code si sono formate lungo la Torino-Piacenza-Brescia. Soprattutto tra Manerbio e Brescia Sud, a causa del salto di carreggiata. Infatti, gli automobilisti che provengono da sud sono costretti a deviare sulla corsia di sorpasso dell’altra strada, per poi tornare sulla sede, nel tratto in cui si trova il ponte coinvolto nell’incendio.

Inoltre, sempre nella stessa giornata, arriveranno i risultati delle telecamere termiche posizionate sul cavalcavia, in modo da decidere come agire. Nel frattempo, l’infrastruttura verrà puntellata. In seguito, saranno eseguiti i test di carico e fino a quel momento il cavalcavia rimarrà chiuso al traffico. In ogni caso, se si accertasse che il ponte nell’incendio ha raggiunto i 700 gradi di temperatura, l’ipotesi più probabile sarebbe la demolizione. Nell’eventualità, Centropadane, gestore dell’autostrada, ha già messo in preventivo 1,5 milioni di euro per l’intervento.

A decidere, però, sarà Gavio, che da marzo subentrerà a Centropadane. Un altro problema da tenere in considerazione sarà quello del traffico che potrebbe aumentare tra i paesi di Poncarale, Borgosatollo e Montirone, tanto che come alternativa viene indicata la “Corda Molle”.