Gardone Riviera, nuovo piano per recupero chiatta

0

Mercoledì 6 dicembre, alla prefettura di Brescia, la ditta proprietaria della chiatta affondata a Gardone Riviera, ha presenta un piano di recupero. Se tutto dovesse andar per il meglio, il relitto verrebbe riportato a riva entro dieci giorni.

Arrivando il via libera dal tavolo tecnico, costituito da Garda Uno, Comune di Gardone Riviera e forze dell’ordine, il piano prevede che la chiatta venga recuperata attraverso mezzi meccanici predisposti in cantiere, dove la proprietà stava lavorando prima del problema. Al relitto, quindi, verrò fatta ripercorrere la scia che ha provocato nel momento in cui è affondato. Questo progetto dovrebbe garantire maggior sicurezza alla condotta fognaria che sta reggendo una forza molto grande.

Anche se il condotto è realizzato in materiale plastico, che gli ha permesso fino ad ora di resistere, ogni giorno il rischio di cedimento aumenta. Intanto, la prefettura mantiene la regia dei lavori, mentre la procura di Brescia ha aperto un’indagine.

Lascia un commento