Calvisano, 33enne affetto da ludopatia, fugge da casa

0

A Calvisano, non si hanno più notizie di un uomo 33enne che sabato 18 novembre si era allontanato da casa per poi non ritornare. Si tratta di Stefano Marini, padre di una bambina di 2 anni e mezzo e affetto dalla ludopatia, la malattia da gioco d’azzardo. Infatti, aveva iniziato una terapia di cure.

Sabato, dopo aver detto ai genitori che non avrebbe pranzato perché era stato chiamato in azienda a Castiglione delle Stiviere, aveva preso il bancomat della compagna, prelevando due volte 400 euro. Poi, la notte i carabinieri lo avevano trovato mentre dormiva a bordo della propria auto a Marone, sul lago d’Iseo. Controllato, non presentava nulla di particolare, quindi gli agenti lo avevano lasciato andare.

La mattina seguente, i genitori lo avevano contattato per convincerlo a tornare a casa, ma senza risultato, tanto che il 33enne aveva scritto alla compagna e agli stessi parenti che era “meglio se non tornava”. La notte seguente era stato ospitato da un amico, il quale aveva cercato di dissuaderlo. Lunedì, però, Stefano era nuovamente scomparso. La famiglia si è rivolta così ai social network e al programma “Chi la visto?” per ritrovarlo.