Ceto, sciopero della fame per ex dipendente fuori dalla Nk

0

Lunedì 13 novembre, una 53enne, ex dipendente della ormai chiusa “Nk Manifattira” di Nardo di Ceto, ha iniziato lo sciopero della fame fuori dall’azienda. Con tre figli a carico e 700 euro mensili dalla Naspi, la donna si è incatenata ai cancelli. Ne dà notizia il Bresciaoggi. La donna dichiara di rappresentare le 71 dipendenti licenziate dall’azienda tessile, chiusa nel 2015.

Alcuni rappresentati del sindacato sono arrivati in sua assistenza, ma la 53enne ha ribadito che non si muoverà finché la politica non si muoverà. I sindacato segnalano che per le 71 donne licenziate, dopo la chiusura della ditta, non ci sono state molte opportunità lavorative e tentativi di riconversione dello stabilimento sono falliti. Ora, si spera che imprenditori possano investire sul sito produttivo.

Lascia un commento