Gussago, scoperto bracconiere, 320 uccelli nel congelatore

0

Tra giovedì 26 e venerdì 27 ottobre, a Gussago, un 70enne è finito nei guai per bracconaggio, a seguito di un controllo dei carabinieri dell’ex Noa. Infatti, gli agenti hanno scoperto che l’uomo usava richiami elettroacustici per attirare gli uccelli al suo capanno.

Poi, sono passati a una perquisizione, trovando 50 uccelli protetti, catturati con reti illegali, dotati di anellini contraffatti, mentre, in casa, 320 uccelli morti nel congelatore. Sequestrate anche delle tagliole. Infine, i militari hanno verificato che il 70enne fa parte di un registro di operatori autorizzati dalla Provincia di Brescia nel verificare le specie più nocive. Per questo è stato denunciato per falsificazione di sigilli e maltrattamento di animali.

Lascia un commento