Brescia, domenica a Ubi Banca l’assemblea dei camionisti

0

Questa domenica 22 ottobre la sala conferenze di Ubi Banca, in piazza mons. Almici a Brescia, ospiterà dalle 9 l’assemblea generale degli autotrasportatori organizzata dalla Federazione Autotrasportatori Italiani (Fai). “Noi crediamo nell’ecosostenibilità, ma dobbiamo poter contare su certezze. Siamo in un periodo molto delicato: è ricominciato il ‘fervore’ delle cose da fare, ma se perdiamo i benefici ottenuti nel triennio precedente, torneremo a non essere competitivi nei confronti dei vettori stranieri – dice il presidente provinciale Sergio Piardi.- Adesso è il momento di proseguire su questa rotta, ma non possiamo essere lasciati da soli.

Cosa chiediamo al Governo? La certezza dei contributi, dei controlli, del costo del lavoro e di una politica europea comune. Il nostro veicolo è per noi un investimento che dura almeno 10 anni. Per essere competitivi, oggi, serve quindi un piano decennale con contributi e incentivi mantenuti strutturali per questo periodo. Non è possibile che le imprese debbano attendere ogni anno l’esito di trattative estenuanti col Governo, della pubblicazione della legge di Stabilità, dello spacchettamento delle risorse e dei decreti attuativi per sapere quando e come programmare gli investimenti.

Servono certezze, altrimenti questi contributi non potranno mai favorire quel profondo rinnovamento del parco veicolare (leggero e pesante) di cui abbiamo estremo bisogno”. Governo, banche e committenza: “Un trasporto sostenibile per uno sviluppo economico e sociale” si fonda sull’esigenza di “combattere i cambiamenti climatici mediante un approccio globale e integrato che sia supportato non solo dall’autotrasporto, ma anche da tutti i soggetti, sia pubblici che privati. Solo con un’accelerazione della politica dei trasporti e delle infrastrutture necessarie, si potranno affrontare le nuove sfide del mercato”.

PROGRAMMA DEI LAVORI

Lascia un commento