Manerbio, rapina un negozio e si pente, ci pensa la mamma

0

Nei giorni precedenti a venerdì 13 ottobre, un giovane di Manerbio, dopo aver commesso una rapina in un negozio di abbigliamento, si è pentito. Era entrato fingendosi un cliente, per poi puntare un coltello al titolare chiedendo l’incasso. In seguito, aveva gettato l’arma in una siepe ed era tornato a casa.

Costretto dai sensi di colpa, ha raccontato tutto alla madre e così, il giorno successivo, la donna si è recata alla stessa attività commerciale. Dopo aver parlato con il titolare, sono stati allertati i carabinieri. Nonostante l’apprezzabile gesto della madre, il ragazzo è stato denunciato comunque per rapina.