Lumezzane, poche piogge, ordinanza contro sprechi d’acqua

0

Da oggi, mercoledì, niente sprechi di acqua potabile a Lumezzane e da usare soltanto per l’igiene quotidiana, bere e cucinare. La causa è la scarsa presenza di piogge che sta creando problemi alle fonti e all’acquedotto. E il Comune che lo chiede ha emesso un’ordinanza. “Si avvisa la cittadinanza che, dato il protrarsi della significativa riduzione delle precipitazioni, al fine di evitare problemi gestionali nella distribuzione di acqua potabile – si legge – l’Amministrazione comunale ha emesso ordinanza che limita il consumo di acqua potabile prelevata da acquedotto pubblico, agli stretti bisogni igienico sanitari e domestici.

Pertanto, fino a espresso provvedimento di revoca, è vietato il prelievo e l’impiego dell’acqua potabile proveniente da pubblico acquedotto, per il lavaggio di cortili e piazzali, il lavaggio domestico di veicoli a motore, l’innaffiamento dei giardini, orti e prati, il riempimento di piscine, fontane ornamentali, vasche da giardino e il funzionamento di fontanelle a getto continuo dalle 7 alle 23. Il funzionamento di fontane è consentito solo se dotate di apparecchiature per il ricircolo dell’acqua. Il funzionamento delle fontanelle è consentito solo se provviste del rubinetto di arresto.

E’ escluso da tale obbligo il servizio di irrigazione manuale effettuato nelle aree verdi comunali di recente impianto dove non sono presenti dispositivi temporizzatori per l’irrigazione stessa. La ditta assegnataria della gestione degli impianti di irrigazione del Comune – continua la nota – provvederà a modificare gli orari di irrigazione secondo le disposizioni stabilite nella presente ordinanza. I contravventori saranno puniti con la sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro. In caso di particolare gravità o recidiva – termina l’ordinanza – ai contravventori sarà sospesa l’erogazione dell’acqua potabile”.

Lascia un commento