Ponte in Valtellina (So), a confronto sulla “green economy”

0

Dopo Milano, Luino, Colico, Cividate Camuno e Alzano Lombardo, si terrà giovedì prossimo 12 ottobre al teatro comunale Vittoria a Ponte in Valtellina, in provincia di Sondrio, la nuova tappa del percorso “MontagnaFuturo” promosso dalla Regione Lombardia con Ersaf per la definizione delle nuove linee guida per la montagna. Il tema della giornata è “Green Economy e risorse naturali: motore per lo sviluppo della montagna”.

Risorse come acqua e legno sono da sempre un riconosciuto valore primario e contribuiscono con un apporto decisivo al tema delle energie rinnovabili. Ma ci sono anche altre risorse che si stanno facendo strada nel rimarcare il proprio contributo all’economia dei contesti montani: tra queste, il paesaggio e i servizi ecosistemici, fattori che necessitano di essere conosciuti e valorizzati. Tutto ciò, anche alla luce dei cambiamenti climatici in atto che stanno già modificando gli scenari e richiamano al ruolo prioritario della montagna nella promozione e nello sviluppo dell’economia “verde”.

Sarà una mattinata di stimolo e confronto su temi di attualità e rispetto ai quali interverranno diversi relatori, come il meteorologo e climatologo Luca Mercalli presidente della Società Metereologica Italiana. Insieme a lui e al sottosegretario lombardo Ugo Parolo, ci saranno testimonianze e casi concreti di Milena De Rossi presidente del Gruppo Prime Lavorazioni di Federlegno, Roberto Adamoli del Fai, Luca Lo Bianco direttore scientifico della Fondazione Montagne Italia e Gian Luigi Quagelli presidente del Consorzio Sponda Soliva che nel pomeriggio aprirà la propria struttura per una visita guidata ai moderni impianti.

“Il percorso che la Regione ha voluto promuovere con il progetto MontagnaFuturo – dice Parolo – è una testimonianza concreta dell’attenzione che abbiamo posto in questi anni e che intendiamo ancor più rafforzare, sui temi della montagna. Molto è stato fatto, ma la volontà è quella di sostenere una programmazione dal basso e intersettoriale, che permetta di valorizzare al meglio le ricchezze e di rispondere alle esigenze del nostro territorio montano. L’incontro contribuirà a questo percorso, con una riflessione importante sul contributo che le nostre montagne possono portare per lo sviluppo della green economy”. L’evento è gratuito e aperto a tutti, ma con prenotazione obbligatoria sul sito internet.

PROGRAMMA DEI LAVORI