Concesio, “OperAperta” in Paolo VI: Michela Valotti per Matisse

0

Sabato 30 settembre, alle 16.30, si terrà il primo appuntamento autunnale con OperAperta, il ciclo di incontri a cadenza mensile dedicati alla valorizzazione del patrimonio artistico del museo per presentare al pubblico una specifica opera della Collezione, contestualizzata attraverso l’intervento di studiosi e critici d’arte.

OperAperta di settembre, presentata da Michela Valotti, è Studio per la Vergine e il Bambino II di Henri Matisse, uno degli esponenti di spicco dell’avanguardia francese. L’opera, una litografia del 1950-51, appartiene al fondo storico della Collezione e documenta, insieme ad un nucleo coevo e stilisticamente affine, gli esiti dell’ultima ricerca del maestro, connessa con il progetto per la Cappella del Rosario di Vence, in Costa Azzurra.

Vero “testamento spirituale” di un Matisse ormai anziano e malato, il progetto decorativo per le suore domenicane di Vence trascende il dato di realtà, giungendo a soluzioni essenziali che svuotano le forme: il chiarore della luce che permea la struttura, luogo di pace e di meditazione, chiude il percorso umano e artistico di un pittore che solo qualche anno prima, a chi gli domandava se fosse credente, aveva replicato: “sì, quando lavoro”.

Lascia un commento