Lumezzane, presentata la nuova stagione del teatro Odeon

0

Ieri alla Fondazione Asm di Brescia è stata presentata la nuova stagione, la 2017-18, del teatro Odeon di Lumezzane. Il cartellone di prosa si aprirà giovedì 26 ottobre con Ambra Angiolini e Matteo Cremon per “La guerra dei Roses”. Il secondo appuntamento sarà il 7 novembre con Moniga Guerritore e Francesca Reggiani in “Mariti e mogli”. Si prosegue il 6 dicembre con Antonio Rezza e Flavio Mastrella per “Fratto_X”.

Il 2018 si aprirà il 16 gennaio con “Il cielo in una stanza” della compagnia Punta Corsara. Mercoledì 14 febbraio spazio a “La paranza dei bambini” con il noto giornalista e scrittore Roberto Saviano e Maurizio Gelardi. Doppio appuntamento, invece, il 27 e 28 febbraio, con il noto giornalista di Sky Federico Buffa per “A night in Kenshasa”. Il 14 marzo Anagoor porterà in scena “Socrate il sopravvissuto. Come le foglie” e il 21 marzo Maria Paiato in “Stabat Mater”.

Il cartellone di prosa si chiuderà il 12 aprile con il ritorno della siciliana Teresa Mannino da “Zelig” in “Sento la terra girare”. In tutto, si tratta quindi di dieci spettacoli di prosa cui si aggiungono i ritorni delle rassegne “Bimbi all’Odeon” (8 appuntamenti, di cui quattro spettacoli e altrettanti laboratori), “Schegge di Cinema” e “Vers e Us”. In previsione c’è anche un progetto legato alla sfera lumezzanese.

Oggi, giovedì 21 e fino al 27 settembre è aperta la campagna per il rinnovo degli abbonamenti, mentre dal 3 al 7 ottobre si potranno sottoscrivere quelli nuovi. Il pacchetto di dieci spettacoli è di 150 euro, 130 per il ridotto. I biglietti singoli sono di 21 euro, 18 il ridotto, ma 27 euro (ridotto a 22) per gli spettacoli di Federico Buffa e Teresa Mannino. Per il concerto dedicato a Giacinto Prandelli il biglietto unico è di 10 euro, 5 euro il ridotto. Biglietti e abbonamenti sono disponibili in teatro, ma anche alla libreria Punto Einaudi di Brescia. I tagliandi singoli si possono acquistare anche su Vivaticket a prezzo intero e con diritto di prevendita. Info sul sito internet del teatro.

Lascia un commento