Abusi sessuali, Appello Brescia conferma condanna per Inzoli

0

4 anni, sette mesi e 10 giorni di reclusione. E’ la sentenza di condanna in Corte d’Appello arrivata nel pomeriggio dal tribunale di Brescia nei confronti del prete dimesso Mauro Inzoli.

Dopo un’ora di camera di consiglio, il presidente della Corte Enrico Fischetti ha pronunciato la sentenza, che prevede uno sconto di 1 mese e venti giorni, con le prescrizioni per due degli otto presunti abusi sessuali commessi su cinque giovani che in quel periodo dei fatti erano minorenni. L’ex sacerdote, come scrivono i giornali cremaschi, venne condannato in primo grado nel giugno del 2016 a 4 anni e 9 mesi di reclusione per abusi sessuali e con l’aggravante dell’abuso di autorità.

Gli abusi sessuali contestati sono avvenuti tra il 1999 ed il 2001, facendo poi iniziare il procedimento a livello ecclesiastico tra il 2009 e 2010 accertando gli abusi. Lo scorso giugno il vescovo di Crema Daniele Gianotti ha rivisto la decisione dimettendo Inzoli dal clero. Proprio oggi Papa Francesco è intervenuto parlando di pedofilia durante il ricevimento della Pontificia commissione per la tutela dei minori.

Lascia un commento