Portimao, Superstock 1000, Marino sul podio e Tamburini sesto

0

Nel fine settimana ottimo risultato per il Pata Yamaha a Portimao, in Portogallo, portando a casa il podio con Florian Marino e un sesto posto con Roberto Tamburini. La tappa del FIM Superstock 1000 European Championship ha visto il pilota francese scattare bene dalla pole, per poi ingaggiare una lotta con Mike Jones che col passare dei giri ha coinvolto anche Toprak Razgatlioglu andato in fuga.

La lotta per il secondo gradino del podio è continuata fino a quattro giri dalla fine, quando una bandiera rossa ha interrotto la gara assegnando la seconda posizione a Marino grazie al risultato del giro precedente. Per Roberto Tamburini una sesta posizione finale giunta dopo una difficile partenza che lo ha relegato subito alle spalle del gruppo di testa, in lotta costante ai margini del podio. La posizione per lui è stata conseguenza del termine anticipato della gara in un frangente in cui avrebbe potuto guadagnare un’ulteriore posizione al traguardo.

“All’inizio della gara mi è mancata un po’ di aggressività che mi ha impedito di andare in fuga con Toprak. Sono stato anche fortunato nel finale – ha commentato Florian Marino al termine della gara – e sono comunque felice del secondo posto, arrivato dopo due gare difficili. Volevo ringraziare tutta la squadra e la Yamaha, fiducioso che le ultime due gare saranno buone per me”. “Purtroppo non sono partito benissimo e già dopo un paio di giri facevo fatica sull’anteriore a entrare in curva, il che ha reso difficile seguire gli altri. Alla fine giravo pochino più piano non avendo un buon feeling sul davanti – ha detto Roberto Tamburini – dovremo quindi lavorare per migliorare questo aspetto alla prossima gara ed essere più competitivi.

Ringrazio la Yamaha ed il Team Motoxracing per il lavoro svolto nel weekend”. “Sono soddisfatto del risultato del weekend, con l’ottimo podio di Marino che ci permette di mantenere il campionato aperto e di lottare per la vittoria fino alla fine. Peccato per l’errore in partenza di Tamburini – ha aggiunto il team manager della scuderia Sandro Carusi – che gli ha precluso un risultato ancora migliore”. La prossima e penultima tappa del mondiale Superstock 1000 sarà l’1 ottobre a Magny Cours, in Francia.