Bra (Cn), alla fiera “Cheese” anche tre formaggi del Trentino

0

Il Gruppo Formaggi del Trentino sarà alla ventesima edizione di “Cheese”, la manifestazione di slow food in programma dal 15 al 18 settembre a Bra, in provincia di Cuneo e dedicata alle migliori proposte casearie provenienti da tutto il mondo. Un compleanno importante che sarà occasione per fare il punto sul mondo dei formaggi con un focus particolare su quelli a latte crudo e quelli naturali. Il gruppo trentino porterà al suo stand P13A in via dei Presidi alcune delle eccellenze.

Puzzone-trentoNei banchi d’assaggio sarà possibile degustare infatti il Casolet a latte crudo prodotto dal Caseificio Comprensoriale Cercen Terzolas (Tn) e dal Caseificio Sociale Presanella Val di Sole Mezzana (TN). Il Casolet è un piccolo formaggio (come denuncia l’origine ladina del nome “caseulus”) prodotto nelle valli di Sole, Rabbi e Peio. È a pasta cruda e tenera, prodotto con latte intero di una o due munte: si consuma fresco o semi stagionato, come quello del presidio presente alla manifestazione e che deve avere almeno venti giorni di maturazione.

Il Casolet una volta era prodotto solo nei mesi autunnali, quando le vacche erano già scese dall’alpeggio e le munte erano scarse, ed era considerato il tipico formaggio da casa. Oggi è prodotto tutto l’anno e gli è riconosciuta la dignità di un formaggio che nella sua semplicità è in grado di esprimere un grande bouquet aromatico: sentori lattei ed erbacei tipici del latte intero, grande morbidezza al palato e sensazioni gustative che vanno dall’acido al dolce. Ha una pasta di colore bianco o paglierino chiaro e un’occhiatura rada e piccola. La crosta è liscia e regolare.

Altra eccellenza in mostra e in assaggio sarà il Puzzone di Moena Dop di malga del Caseificio Sociale Predazzo e Moena di Predazzo (Tn). Conosciuto anticamente come Spretz Tzaorì, il suo nome in lingua ladina, il Puzzone di Moena è un formaggio inconfondibile proprio a partire dal suo aroma unico, intenso, che deriva dalla pratica della lavatura quotidiana durante il periodo di stagionatura. Questo trattamento crea uno strato untuoso che favorisce la proliferazione batterica dalla quale deriva il suo profumo penetrante.

Il Puzzone che sarà possibile assaggiare è quello con la M impressa sullo scalzo, segno di una produzione di malga fatta con il latte munto d’estate dalle vacche al pascolo, ha una stagionatura minima di tre mesi e massima di sedici. All’edizione il gruppo trentino porterà anche un’anteprima. Sarà infatti per la prima volta presentato il Trentingrana di malga con 24 mesi di stagionatura, prodotto dal Caseificio Sociale del Primiero di Mezzano del Primiero (TN). Trentingrana è una punta di diamante del gruppo, prodotto da tutti i sedici caseifici associati durante tutto l’anno.

Quello di “Cheese” sarà una selezione particolare prodotta esclusivamente con latte di malga, che conferisce al formaggio aromi unici e sarà presentata tra le novità. I tre prodotti sono tutti formaggi di montagna realizzati secondo la logica “latte-fieno”, ovvero con latte proveniente solo da bovine alimentate con foraggi e con mangimi “no ogm”. “Cheese” è una rassegna sempre molto partecipata sia dagli esperti (operatori caseari, ristoratori e rivenditori) sia da appassionati gourmand che hanno qui l’occasione di esplorare un mondo vasto, complesso e affascinante come quello dei formaggi. Una mostra mercato in cui poterli assaggiare e acquistare un evento dove vivere momenti di condivisione, divertimento, aggiornamento sui formaggi e non solo. Tutte le informazioni sulla rassegna sono sul sito internet.