Chiavenna (So), Casa delle Eccellenze alla “Sagra dei Crotti”

0

E’ una delle principali novità di questa edizione per la “Sagra dei Crotti” della rassegna “Casa delle eccellenze” allestita in Pratogiano in Valtellina. Il comitato organizzatore, con la Confartigianato e Confcommercio di Sondrio e realtà imprenditoriali della Valchiavenna propongono un evento per pubblicizzare le eccellenze economiche, produttive e commerciali del territorio. Circa cinquanta realtà hanno deciso di aderire e si mostreranno nella tensostruttura allestita nel centro della città sabato 9 e domenica 10 settembre. Fra gli espositori ci sono realtà artigianali, industriali, commerciali e agricole.

“Lo scopo era quello di offrire – sottolinea il presidente del comitato Andrea Lorenzini – al visitatore esterno, ma anche al residente in Valchiavenna, uno spaccato della realtà economica locale. Un’occasione di visibilità che hanno saputo cogliere un numero elevato di operatori economici a cui va il mio grazie e l’apprezzamento di tutto il comitato. Gli espositori hanno saputo cogliere un’opportunità nuova per farsi conoscere e lo hanno fatto in un momento non facile. Con la loro presenza hanno testimoniato che la Sagra dei Crotti non perderà mai la propria forza e la propria vocazione storica e culturale, ma può e deve essere un volano per il marketing territoriale grazie all’indotto che è in grado di garantire”.

La sagra è il più importante evento della città e dell’intera valle che ha saputo mantenere nel tempo la sua originaria vocazione di aprire al mondo associativo le porte dei Crotti. A questa rassegna il mondo economico ha voluto far sentire la propria voce, più del passato. Con la “Casa delle eccellenze” si è voluto offrire un’immagine eterogenea e al tempo stesso unitaria del mondo economico e produttivo. In una terra a vocazione turistica che ha già molto da offrire sul piano naturalistico e paesaggistico e storico, a cominciare proprio dai Crotti, gli organizzatori hanno voluto lanciare una proposta che consentisse alle realtà economiche di inserirsi nel già ricco programma delle iniziative collaterali. I visitatori potranno quindi visitare la “casa” dove le peculiarità produttive e di servizio saranno in mostra accanto allo spirito imprenditoriale della zona.

La Confartigianato di Sondrio ha sostenuto l’evento fin dall’inizio nella convinzione che le realtà economiche e produttive di un territorio devono essere valorizzate al meglio e fatte conoscere sia fuori provincia sia all’interno. Una delle prelibatezze che saranno presentate proprio in “Casa delle Eccellenze” è la cosiddetta “bresaola dei Vip e dei grandi della terra”. Samolaco, in Valchiavenna, ospita infatti un piccolo produttore artigiano di bresaole che si è fatto strada fuori provincia e sulle tavole di diversi prestigiosi palazzi. La sua bresaola ha varcato le cucine di molti vip. I visitatori potranno conoscere da vicino questo piccolo produttore che ha deciso di puntare sulla qualità delle materie prime e sulla cura di ogni dettaglio nelle diverse fasi di produzione e di lavorazione.

Un’eccellenza di natura artigianale che oggi può essere apprezzata anche da un pubblico più vasto. La carta vincente di questa realtà – unica nel panorama agroalimentare locale – è quella di aver fatto breccia fra gli executive chef, i veri protagonisti nelle scelte all’interno delle cucine dei personaggi noti. La chiave del successo di questo prodotto sta nell’aver mantenuto quasi inalterato il processo di lavorazione della bresaola secondo la ricetta tradizionale dell’impresa che risale ai primi del 1900. La Valchiavenna ha saputo così esportare una propria eccellenza sulle tavole e nelle cucine più ambite del panorama culinario internazionale.

Le sue bresaole sono entrate nelle cucine del Quirinale a Roma tramite gli chef Fabrizio Boca e Massimo Sprega che con i loro staff hanno scelto per alcuni piatti serviti oggi al Presidente della Repubblica. Ma anche a Buckingam Palace a Londra con lo chef Mark Flanagan che ha voluto testimoniare di persona la qualità del prodotto. Poi Berlino per la cancelleria tedesca con lo chef Ulrich Kerz. Negli anni il nome e il prestigio di questo piccolo produttore è cresciuto e nel novembre del 2015 la bresaola di Samolaco ha potuto presentarsi anche in Vaticano, omaggiando Papa Francesco.