Orzinuovi, Andrea Loreni funambolo in piazza per la fiera

0

Durante la 69° edizione della fiera di Orzinuovi, che si è aperta ieri, sabato 2 e domenica 3 settembre il funambolo Andrea Loreni camminerà sopra piazza Vittorio Emanuele II su un cavo tra il palazzo comunale e l’ex Cab. Unico italiano specializzato in traversate su cavo a grandi altezze, entrerà in scena sabato alle 20,45 in “Camminare nel cielo di
Orzinuovi”.

Domenica alle 21, invece, Andrea sarà accompagnato nella sua impresa dalla soprano Katia Iora con Giambattista Fiammetti al piano ed Emanuele Fiammetti al violoncello che con voce e musica renderanno più suggestivi i passi del funambolo per “Camminare nell’aria di Orzinuovi”. Voce e passi, respiro e vibrazioni, un funambolo e una cantante d’opera compagni del viaggio che porta l’uomo verso la sua parte più sacra, per scoprire il cielo. Recordman italiano per la traversata del 2011 nei cieli di Pennabilli, in Romagna, di 250 metri a 90 di altezza tra i colli di Penna e Billi, Andrea si muoverà su un cavo d’acciaio dal diametro di 14 mm e lungo 110 metri circa, a 10 da terra, per salutare dall’alto il pubblico della piazza, allestita a giardino per l’occasione.

Già in paese con il suo team da pochi giorni per allestire il cavo, al termine delle esibizioni incontrerà il pubblico davanti alla chiesa di Santa Maria Assunta, sulla piazza al lato del Comune, per rispondere a domande dei curiosi e svelare i suoi segreti per dominare, controllare o accogliere la paura. Nato nel 1975 a Torino, laureato in Filosofia teoretica con Giuseppe Riconda all’università piemontese, nel 1997 inizia a fare teatro di strada. Dal 2006 si dedica alle camminate su cavo a grandi altezze.

L’intuizione dell’assoluto avuta camminando in aria lo avvicina alla pratica della meditazione Zen che approfondisce sotto la guida di Shodo Harada Roshi al tempio Sogen-ji a Okayama, in Giappone. Nel 2011 ha stabilito il record italiano nei cieli di Pennabilli, in Romagna, percorrendo 250 metri a 90 di altezza tra i colli di Penna e Billi. A Rocca Sbarua, in provincia di Torino, ha passeggiato a 160 metri da terra. Ma ha anche camminato sopra l’acqua o immerso nel verde delle montagne, per il cinema e la televisione, in piano e in pendenza, in silenzio o accompagnato da suoni che hanno vibrato
insieme alla corda.

Ha percorso chilometri sul cavo teso nei cieli di numerose località e città italiane tra cui Torino, Bologna, Roma, Venezia, Firenze, Genova, Brescia, Trieste, e all’estero camminando nei cieli della Svizzera, Serbia, in Israele e lo scorso agosto sopra il lago del Tempio di Sogen-ji in Giappone. Per quanto riguarda la fiera in corso, è aperta fino a lunedì 4 settembre ed è organizzata da Nuova Oceania. Richiama ogni anno 150 mila visitatori e oltre 250 espositori. Dieci quest’anno sono le aree tematiche. Oltre ad Agricoltura, Zootecnia, Commercio e Artigianato, Enogastronomia con il suo Parco del gusto, ci saranno Motori e Automobili e con la piazza e via Roma che si trasformeranno in giardino.

Poi eventi di arte, cultura e spettacolo e dopo il successo della scorsa edizione si riproporrà lo spazio Mielandia con degustazioni e laboratori, mentre per la prima volta sarà allestita un’area dedicata a sport e tempo Libero. Infine, come novità, nascerà il Campus RiAbitare che occuperà tutto viale Montagna e viale Marconi e basato su casa, sicurezza, modernità, energia, domotica e banche. Musica, arte e incontri culturali animeranno la kermesse. I tradizionali fuochi d’artificio saluteranno sabato 2 settembre e chiuderanno lunedì 4 l’edizione della fiera. Sarà aperta da venerdì 1 a lunedì 4 dalle 9 alle 23,30. L’ingresso è libero e si possono avere tutte le informazioni sul sito internet.

CHI E’ ANDREA LORENI