Calvisano, pastore sorpreso a macellare ovini in una cascina

0

I carabinieri forestali di Brescia hanno concluso un’attività investigativa per il contrasto della macellazione clandestina di capi ovini. L’indagine, coordinata dal sostituto procuratore Ambrogio Cassiani, ha consentito di cogliere in flagrante un pastore di Calvisano, nella bassa bresciana.

Durante i controlli in azienda, i militari hanno scoperto – macellate abusivamente con il rito Halal – nove capi ovini nascosti nella cella frigorifera della cascina. Oggi per i musulmani ricorre la festa del sacrificio “Aid Al-Kabir” quando viene sacrificato come Abramo un animale.

Secondo la sharia, deve essere integro e adulto e può essere soltanto un ovino, un caprino, un bovino o un camelide. L’animale è stato sgozzato recidendo la giugulare visto che per la legislazione biblica e coranica il sangue è impuro ed è quindi proibito mangiarne.