Brescia, aggressione controllore metro, ricercati due ragazzi

1

Mercoledì 30 agosto, intorno alle 16.30, un addetto per il controllo dei biglietti della metropolitana di Brescia è stato aggredito. Salito sul treno della metro, stava svolgendo il proprio lavoro, quando si è trovato di fronte due ragazzi di 15 e 17 anni nord africani.

Entrambi si sono rifiutati di mostrare il biglietto, quindi il controllore ha chiamato la polizia ed è sceso, insieme ai due giovani, alla fermata delle Poliambulanza. Dopo aver atteso per qualche minuto, uno dei ragazzi lo ha colpito al collo e poi gli ha sferrato una testata, riuscendo a fuggire. Gli agenti sono sulle loro tracce, mentre il controllore è stato medicato.

1 Commento

  1. La segreteria provinciale FILT, il sindacato trasporti CGIL, venuta a conoscenza dell’aggressione avvenuta ieri ai danni del dipendente di Metro Brescia impegnato nello svolgimento del proprio lavoro, desidera innanzitutto esprimere la propria solidarietà al lavoratore coinvolto ed augurare allo stesso una pronta guarigione.
    Nel merito di quanto accaduto, non avendo conoscenza diretta e precisa di fatti sui quali faranno luce i soggetti competenti, non è possibile esprimersi compiutamente. Il sindacato di categoria rinnova tuttavia la forte preoccupazione, come già fatto in azienda oltre che negli incontri specifici tenutisi in prefettura, per una situazione di insicurezza e di degrado che si acuisce ogni giorno e che ogni giorno rende il lavoro del controllore più difficile e pericoloso. Auspica inoltre che l’azienda, la proprietà e gli organismi preposti pongano la doverosa attenzione al tema ed ascoltino anche i consigli di chi ci lavora, a partire dalla richiesta di collaborazione con le forze dell’ordine presenti sul territorio”. Filt Cgil Brescia.

Comments are closed.