Tragedia Presanella, perdono la vita due alpinisti

0

Domenica 27 agosto si è verificata una tragedia sulla Presanella, a quota 3.200 metri, quando un gruppo di escursionisti è precipitato. Erano nove i componenti del gruppo di Sala Marasino che avevano deciso di partire alle 4 del mattino dal rifugio di Denza, raggiunto il giorno precedente. La loro destinazione era la cima delle Presanella e mentre stavano percorrendo la via Normale, verso la 9.30, è avvenuto l’incidente.

La comitiva stava salendo il ghiacciaio divisa in tre cordate, due delle quali, nei pressi della forcella Freshfield, avevano raggiunto un pianoro. Lì, si erano fermati per aspettare l’ultimo gruppo. D’un tratto, però, pare che uno degli alpinisti sia scivolato, trascinando con sé il gruppo. Le altre due cordate, tentando di aiutare gli amici, si sono calate, ma sfortunatamente sono tutti scivolati, facendo una caduta di 200 metri. Allertati i soccorsi, sul posto sono giunti tre elicotteri.

Purtroppo, due escursionisti hanno perso la vita. Si tratta del 45enne Luciano Bertagna e il 41enne Raffaella Zanotti. Tra gli altri, il 40enne Mario Lottici, ricoverato all’ospedale di Bolzano in gravi condizioni, la moglie Erica Turra e il figlio di 13 anni; il marito della vittima Giovanni Ziboni, di anni 51 è stato trasportato al Civile, i suoi due figli di 21 e 14 anni, quest’ultimo in gravissime condizioni portato all’ospedale di Trento, e infine il 41enne Mauro Zambatti.