Brescia, post contro Lega Nord di Minini, ora rischia denuncia

0

Un post contro la Lega Nord, pubblicato il 17 agosto dal presidente della Fondazione Brescia Musei Massimi Minini, ha sollevato un vespaio. Queste le parole che concludono il post: “La più marcia forma d’ipocrisia, vigliaccheria e disumanità concentrata sotto un unico vessillo verdognolo, proprio come il letame di vacca, che però almeno è molto utile come concime. Ecco: questa è la Lega Nord e, di conseguenza, chiunque la voti”. L’intero scritto pubblicato è una citazione di Germano Milite.

La risposta della Lega Nord non si è fatta attendere troppo e il consigliere regionale Fabio Rolfi pensa che ci siano “tutti gli estremi per avviare una causa civile”. Inoltre, criticato anche il sindaco Del Bono, in quanto non ha sospeso Minini, non prendendo posizione riguardo l’episodio. Dal canto suo, il presidente di Brescia Musei rivendica la libertà di scrivere ciò che gli pare. Molto probabilmente, bisognerà attendere il giudice per una capire da che parte sta la ragione.