Brescia, controlli straordinari dei carabinieri in città e stazione

0

In questi giorni i carabinieri della compagnia di Brescia hanno svolto diversi controlli nelle aree più sensibili della città e servizi mirati nella zona della stazione ferroviaria. In supporto sono state impiegate anche una dozzina di vetture e venticinque militari che hanno contribuito verificando 60 vetture e identificando oltre 120 persone. Per due di loro sono arrivate delle sanzioni per infrazioni al Codice della Strada. Durante il servizio in città sono stati eseguiti tre arresti.

A finire in manette per primo è stato un 57enne italiano, arrestato per una misura cautelare aggravata disposta dal tribunale di Bergamo. I militari hanno assicurato alla giustizia anche uno spacciatore 35enne tunisino sorpreso, in zona della stazione, con dosi di eroina e marijuana. Dopo aver trascorso la notte in camera di sicurezza è stato giudicato per direttissima e si è visto convalidare l’arresto.

L’ultimo a finire in manette è stato un francese rintracciato in città e destinatario di un mandato di arresto europeo emesso dalla Corte d’Appello svedese di Gothemburg per reati contro il patrimonio. L’uomo è stato portato in carcere e dovrà scontare 1 anno e tre mesi di reclusione. Denunciato a piede libero anche un 40enne italiano sorpreso dai militari a coltivare piantine di marijuana.

I militari sono intervenuti anche per una lite in famiglia tra conviventi e dopo aver ristabilito la calma. Hanno aspettato che una donna raccogliesse i propri effetti personali e tornasse in casa, ma hanno sentito un odore sospetto. Così, dopo la perquisizione, hanno trovato quattro piantine di droga.

Lascia un commento