Brescia, rapina donna e viene inseguito e bloccato dai familiari

0

Ieri sera una pattuglia della Polizia di Stato che stava svolgendo un servizio di perlustrazione a Brescia città è stata impegnata in un intervento nella zona della stazione ferroviaria. E’ successo tutto nel momento in cui una famiglia stava uscendo alle 20,30 da un locale di via Solferino dopo la cena e diretta verso l’auto parcheggiata nelle vicinanze.

Ma un tunisino 31enne, G. B. le iniziali, residente a Brescia, ha tentato di rapinare la donna componente della famiglia. Tuttavia, il marito e il figlio della stessa vittima hanno rincorso e bloccato il malvivente fino a quando sono arrivati gli agenti. Il nordafricano era alla guida di una bicicletta quando si è avvicinato alla donna e le ha strappato la catenina dal collo per poi fuggire verso viale Stazione.

La stessa donna lo aveva rincorso e fatto cadere dalla due ruote e inducendo l’uomo a scappare a piedi, ma è stato seguito dal resto della famiglia. A quel punto è partita una lite tra i due parenti contro il 31enne, mentre il tunisino aveva detto loro di aver gettato la catenina a terra. In quei minuti stava passando proprio la pattuglia che è stata attirata dal capannello di persone davanti alla stazione.

Quindi gli agenti si sono avvicinati e hanno diviso i tre. Intanto una delle figlie della donna aveva trovato la collana che era stata abbandonata a terra dal malvivente. L’uomo è stato quindi accompagnato in questura dove è stato certificato che avesse precedenti. E’ stato arrestato per rapina e oggi si è visto convalidare il fermo ottenendo i domiciliari.