Montirone, cava Betulla, M5S: “Decisioni su salute non in agosto”

0

Quello del bitumificio in cava Betulla è un film già visto: l’ennesimo impianto su un territorio già pesantemente martoriato, che vede l’opposizione di un nutrito gruppo di cittadini preoccupati e informati e che si vuole realizzare senza alcuna valutazione di impatto ambientale. Scopriamo con rammarico – si legge in una nota di Ferdinando Alberti (M5s) – che alla conferenza dei servizi dello scorso venerdì mattina erano assenti Arpa, Ats e Provincia. Forse già in vacanza?

Le scelte più importanti per i cittadini che impattano sulla qualità della loro vita non possono essere prese un venerdì di agosto e da enti in contumacia. Le forze a disposizione delle agenzie sono ridotte all’osso, lo abbiamo sempre denunciato e abbiamo da sempre presentato proposte per potenziarne l’organico, le risorse e l’efficacia dell’azione che deve avere sempre come faro il rispetto delle regole e la  tutela dell’ambiente e della salute. Le norme ambientali vanno aggiornate tenendo conto degli impatti cumulativi di ciascun impianto che risiede in un determinato territorio.

Oggi non possiamo più considerare singolarmente gli stressor, ma dobbiamo valutare e prevenire gli effetti combinati della moltitudine di inquinanti che ogni giorno vengono immessi in aria, acqua e suolo. Siamo vicini ai cittadini – termina la nota del Movimento 5 Stelle – che venerdì hanno ricevuto uno schiaffo da uno Stato che per l’ennesima volta si è rivelato assente.

Lascia un commento