Omicidio Bettoni, trovata arma del delitto, rimangono domande

0

Novità sull’omicidio che ha visto Lamberto Lombrici togliere la vita all’amico Guido Bettoni per questioni legate alla droga. E’ stata infatti ritrovata l’arma del delitto, un coltello che l’assassino aveva gettato in un cassonetto della spazzatura sul lago di Garda, luogo in cui Lombrici si era recato il giorno dopo l’omicidio avvenuto venerdì 28 luglio.

Secondo le indagini, sarebbero quindici le coltellate inferte a Bettoni. Poi, Lombrici avrebbe caricato il cadavere sulla propria auto e si sarebbe così recato sul Garda, dove si sarebbe cambiato i vestiti. Infatti, quelli di venerdì non sono ancora stati trovati. Ora, l’assassino si trova nel carcere di Canton Mombello e gli è stato convalidato il fermo. Le accusa sono di omicidio aggravato e occultamento di cadavere.

Ora, gli inquirenti si domandano cosa abbia fatto Lombrici dal momento del delitto fino al giorno seguente, quando ha seppellito il corpo a Ghedi. I motivi del gesto solo sicuramente legati alla droga, in quanto entrambi spacciavano e consumavano cocaina. Bettoni forniva Lombrici, il quale smerciava sul territorio. Venerdì sera poi la lite che ha portato alla tragico conclusione.

Lascia un commento