Mairano, chiede soldi per droga al padre pensionato. In manette

0

I carabinieri di Bagnolo Mella, nella bassa bresciana, hanno arrestato B. M., operaio 39enne residente a Mairano, per atti persecutori e stalking contro il padre pensionato 67enne residente a Flero. Esasperato dalle continue richieste di denaro che il figlio tossicodipendente gli presentava ogni giorno da dieci anni – la vittima parla di 50 mila euro dati al figlio – e dalle minacce e molestie al telefono, aveva denunciato diverse volte in tre mesi.

Tanto che il 39enne risulta indagato da parte della procura di Brescia. L’ultima risale al 31 luglio scorso quando il 39enne si era fatto vedere davanti alla casa del padre chiedendo denaro dopo i consueti insulti e le minacce. Ma di fronte al rifiuto del pensionato, aveva danneggiato la sua auto parcheggiata. Per il genitore era stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso e ha fatto intervenire i carabinieri.

I militari hanno sorpreso l’operaio mentre ritirava l’ennesima somma di denaro, dai 40 agli 80 euro al giorno. I carabinieri gli hanno poi messo le manette per stalking ed è a disposizione della procura bresciana che potrebbe accusarlo anche di estorsione. L’arresto per l’uomo è stato convalidato ieri e per lui sono stati disposti i domiciliari.

Lascia un commento