Bergamo, GdF scopre lavoratori in nero di un’azienda bresciana

0

Gli agenti della Finanza della brigata di Sarnico, durante alcuni interventi per il contrasto al lavoro in “nero” e irregolare, hanno riscontrato degli elementi sospetti all’interno di un capannone nella zona di Adrara San Martino, in provincia di Bergamo, di proprietà di un’azienda che opera nel settore della lavorazione della gomma e con sede a Sirmione, sulla sponda bresciana del lago di Garda.

Dopo una verifica dei permessi, documenti e il rispetto degli obblighi fiscali, otto dei 17 lavoratori presenti in azienda non avevano alcun contratto d’assunzione e non c’era nessuna comunicazione del rapporto di lavoro agli enti preposti. Tra questi, uno è risultato essere anche clandestino, quindi denunciato e sarà espulso. Il rappresentante dell’azienda è un bresciano residente a Moniga del Garda, segnalato alla procura per utilizzo di lavoro non regolamentato e aver fatto lavorare anche un clandestino.

Nella stessa operazione le Fiamme Gialle hanno scoperto altri 18 lavoratori irregolari che operavano, sempre per conto dell’azienda di Sirmione, nelle proprie case di Viadanica, Adrara San Rocco nella bergamasca, a Capriolo, Coccaglio, Rovato e Palazzolo sull’Oglio nel bresciano.