Pezzaze, dall’11 al 13 agosto torna la sagra del Nostrano

0

Ci risiamo. Per la 25° volta, Pezzaze imbandisce una succulenta, gioiosa, sana e conviviale “tavolata” sulle profumate note del Nostrano della Valtrompia. C’è da dire che, in quanto a iniziative, Pezzaze in questi ultimi anni è particolarmente efficiente e si colloca, a occhio e croce, tra i Comuni più attivi della valle per quanto riguarda le iniziative cultural-social-conviviali. La Sagra del Formaggio Nostrano rappresenta il fiore all’occhiello di questa Pezzaze che si propone agli occhi del mondo come gemma d’ospitalità alpina. Non solo.

nostrano-pezzazeBuona parte delle proposte rappresentano un significativo esempio di come si possa cogliere e offrire al popolo il bello delle tradizioni per architettare e concepire uno stile di vita che non sia solamente industria e finanza. Con la rinascita del caseificio, con le miniere da poco deputate alla stagionatura del formaggio Nostrano, con la sagra del formaggio e con le alte iniziative collaterali che si susseguono durante l’anno, il Comune triumplino va acquistando uno spessore culturale e sociale sempre maggiore. Quest’anno il programma gode di una ancora maggiore poliedricità rispetto agli anni passati.

pezzaze-nostrano1I volontari (peraltro perennemente sotto organico) hanno lavorato di fantasia e immaginazione mettendo in moto una macchina organizzativa puntuale ed efficiente facendo sbocciare una serie di eventi dal fascino antico. Si respira un clima di soddisfatta tranquillità nella sede della sagra: gli organizzatori sono soddisfatti e la rassegna cresce di anno in anno, tanto che in questa edizione potranno sfoggiare uno stand nuovo. Si comincia venerdì 11 agosto alle 19,30 con degustazione di birra artigianale abbinata a prodotti locali. Gli organizzatori propongono un menù fisso a 6 euro.

Naturalmente non mancherà la musica con Radio Live Music che, alle 21, riempirà l’antica contrada di Mondaro con le atmosfere degli anni ’70-’80- ’90. Sabato 12 l’esposizione di prodotti caseari e di artigianato locale, con generosa mescita di birra artigianale, occuperà buona parte della giornata. Alle 16 apertura ufficiale della sagra e alle 16,30 l’interessante dimostrazione della lavorazione del salame. Alle 18 si esibirà l’inossidabile Gruppo Folkloristico di Collio e alle 19 ci si ritrova per la conviviale cena (su prenotazione). Alle 21 si aprono le danze con l’orchestra Blue Marine. Domenica 13 si replica con l’esposizione dei prodotti caseari, dell’artigianato locale e della mescita di birra artigianale.

La giornata sarà arricchita dalla lavorazione del pane in piazza con laboratorio bimbi. Alle 11 il momento spirituale con la tradizionale messa per il ricordo dei promotori della sagra. Il pranzo (su prenotazione) è fissato per le 12,30. Nel pomeriggio, alle 14, la Compagnia della Morra di Barbariga trascinerà in questo antico gioco appassionati e curiosi e l’antica Torre di Mondaro gioirà delle grida dei giocatori depositari di questa antica, coinvolgente ed eccitante tradizione (uno scombussolamento che, presumibilmente, visti il numero di appassionati in Valle, continuerà sino a tarda notte).

Intanto, alle 15, i casari cominceranno a lavorare il latte mentre i bimbi potranno divertirsi con la lavorazione del pane in piazza. Alle 17 si analizzerà se i casari e gli affinatori dell’edizione numero XXIV della sagra abbiano fatto un buon lavoro tagliando il formaggio preparato lo scorso anno. La cena (su prenotazione) sarà pronta alle 19,30. A seguire, verso le 20,30 l’orchestra “Betty Bi” inizierà a suonare e, alle 22, verranno estratti i premi della sottoscrizione. Sabato e domenica ci si potrà a divertire con il tiro a segno virtuale laser allestito con il gruppo alpini di Pezzaze. Per le prenotazioni si può telefonare a Floriano al 333.1345256 che è presidente del comitato organizzatore, composto anche da Cristian Felter, Dorina Bregoli, Roberto Contrini, Marziano Bregoli, Monica Dianti e Paolo Bontacchio.