Gardone Riviera, ecco la 67° Centomiglia del Circolo Gargnano

0

Il “vecchio” Casinò, oggi sede del Consorzio che promuove il Garda in tutto il Mondo, ha ospitato la presentazione della 67° Centomiglia velica del Circolo Vela Gargnano. E’ un ritorno al passato, qui negli anni ’50 (per varie edizioni) era posizionata la boa di passaggio proprio del Giro del lago della Cento. Come negli anni ’20 fu la palestra dei ginnasti azzurri per l’Olimpiade in Olanda.

Il Sogno d’Olympia accompagnerà così anche il nuovo traguardo storico della Cento, in programma per sabato 9 settembre; inizio alle 8 e 30 del mattino dai due porticcioli di Bogliaco, le prue a far rotta verso l’alto lago. I primi passaggi saranno ad Arco-Torbole (con uno speed test) , quindi, Castelletto di Brenzone, il transito da Gargnano, il basso Garda con Sirmione- Desenzano, il ritorno a Gargnano.

Il dettaglio tecnico della gara rimane più o meno lo stesso di 12 mesi or sono, i vari trofei per i “multiscafi, “monocarena”; Orc, la stazza marina a tempi compensati: il traguardo assoluto del Trofeo Conte Alessandro Bettoni, il Trofeo Beppe Croce (Orc), il Trofeo Giacomo Garioni (Monocarena), il Trofeo Giorgio Zuccoli per Trimarani e catamarani, già varie edizioni disputate in modo autonomo, sempre vinte da skipper leggendari, campioni olimpici come Andreas Hagara (con Giovanni Soldini nella prima edizione), lo statunitense Randy Smyth, i campioni svizzeri Rusterholz-Bernsdorf nel 2009, l’anno passato dai fratelli Sach di Lubecca con il loro “Itelligence”, scafo svedese della serie M 32.

LA REGATA PER IL SOCIALE

Non meno seguita sarà la “Cento People” per i diportisti, i progetti impegnati nel sociale e nella terapia riabilitativa, un gara senza classifica, tutti vincitori a pari merito, la possibilità di scattare insieme alle altre 200 imbarcazioni, il tutto inserito nei lavori di ricerca di LAB – CVG, con l’Università di Brescia (Dipartimento di Meccanica), Hyak Onlus del Cps di Salò, la sperimentazione della maglietta salvavita di Xeos, la collaborazione di Fondazione Asm, Ori Martin e Unidelta.

Il calendario dei Cento Eventi si aprirà come sempre con il super G Trofeo Ocpoint, poi il 2 settembre sarà la volta del 51° Trofeo Riccardo Gorla con la 50Miglia del Garda. Il percorso sarà il classico Bogliaco di Gargnano-Arco-Torbole-Brenzone-Bogliaco.
La 67° Centomiglia andrà in scena – come detto – dalle ore 8 e 30 del 9 settembre per poi concludersi con gli arrivi notturni nella notte del 10.

Nei fine settimana precedenti la piazzetta si animerà con stand gastromomici legati al EastLombardy (Testimonial lo chef Camanini) annaffiati dai vini della Perla del Garda. In acqua lo scontro sarà tra una flotta di 10 multiscafi, X 40, M 32, M 1 Ventilo, ed il resto del Mondo, i monocarena che dovrebbero presentare Clandesteam, Raffica e Principessa. Ricchissimo sarà il parterre delle classi Monotipo, dagli Asso 99 ai Melges 32, dai Fun agli H22, dagli Ufetti ai J 24, dai Protagonist ai Dolphin, ai “cabinatoni” di Umberto Felci, , fino ai piccoli con l’immancabile “Pamela” dell’appassionato Mario Epis, come il Protagonist 7.5 “Spirito Libero” di Claudio Bazzoli, il migliore a tempi compensati ORC l’anno scorso, l’immagine dei velisti che vivono la Cento come una vera festa, sapendo che faranno notte e che magari non ci sarà nessuno a salutare quella che per loro sarà una vittoria unica, importante, ricca di tante “emozioni”.