Alpinista trovato morto, ipotesi sulla causa

0

Mercoledì 19 luglio, i sanitari dell’ospedale di Edolo hanno eseguito l’autopsia sul corpo di Thomas Haller, l’alpinista trovato morto in alta Valcamonica. Scomparso da domenica 16 luglio, il tragico ritrovamento è avvenuto nella giornata di mercoledì, alle 7.30 a 30 metri di profondità in un crepaccio tra passo Brizio e Corno Bianco. 

Dai risultati emersi, pare non ci siano segni di traumi o cadute tanto gravi da causare il decesso. Quindi, si ipotizza che prima di cadere, l’alpinista abbia avuto un malore e poi abbia perso la vita per ipotermia. Comunque nulla è certo e altri elementi decono essere valutati.

Infatti, alcuni alpinisti sostengono che la caduta di Haller possa essere dovuta al crollo del ponte di ghiaccio che collega il passo e il Corno. Le indagini proseguono.