Longhena, rubano in ditta abbandonata. Un arresto, l’altro fugge

0

Nei giorni scorsi i carabinieri di Dello hanno arrestato una persona per aver commesso un furto ai danni di un’azienda sottoposta a processo di liquidazione a Longhena, nella bassa bresciana. Due malviventi avevano approfittato del fatto che la ditta – Atb, produttrice di cerchi in lega per i veicoli – fosse abbandonata per entrare.

Il loro scopo era quello di depredare i prodotti rimasti per poi cercare di venderli. I militari in quel momento stavano svolgendo un servizio di pattugliamento e hanno verificato che la porta d’ingresso dell’azienda era aperta. In più, fuori c’erano diversi cerchi in lega disposti per essere rubati. Hanno poi anche notato che il muro intorno alla sede era rotto, segno dell’ingresso di qualche malintenzionato.

Quando sono entrati per verificare, i carabinieri hanno bloccato un individuo, mentre il suo complice era riuscito a scappare. L’uomo colto in flagrante è stato sorpreso e perquisito, trovando un seghetto di ferro, un coltello a serramanico, una chiave a brugola e un apribottiglie. Il 51enne bresciano è stato arrestato per tentato furto aggravato e portato nella camera di sicurezza dei militari di Verolanuova dove il fermo gli è stato convalidato. Ma essendo incensurato è stato rimesso in libertà in vista del processo.

Lascia un commento