Darfo, acqua inquinata da batteri, Codacons valuta class action

0

A Darfo Boario Terme, in Valcamonica, circa 2 mila residenti tra le frazioni di Erbanno e Bessimo non possono usare l’acqua potabile dai rubinetti di casa. Il sindaco Ezio Mondini ha infatti emesso un’ordinanza di divieto di utilizzo dopo che l’Ats, dai campionamenti svolti, ha rilevato una concentrazione batterica elevata. Ma si aspettano i risultati delle controanalisi. Nella vicenda è intervenuta anche l’associazione dei consumatori, la Codacons.

“Ci si interroga a quando risalgano gli ultimi controlli eseguiti sull’acqua della rete idrica e sul perchè non si siano presi per tempo provvedimenti utili a scongiurare una simile situazione di disagio – si legge in una nota – Si sta vagliando la possibilità di esperire un’azione di classe contro il comune competente. L’acqua è un bene essenziale per la vita dei cittadini, un bene preziosissimo da custodire con cura.

I controlli effettuati dall’amministrazione sulla rete idrica devono essere continui e in caso di situazioni di pericolo è necessario intervenire per tempo per scongiurare situazioni di disagio che potrebbero mettere a rischio, oltre che le attività quotidiane, anche la salute dei cittadini. Per aderire alla class action al vaglio si può scrivere a info@codaconslombardia.it“.

Lascia un commento